Perché dovresti aprire un campo da paddle

giovedì , 30 luglio 2020
Aprire un campo da paddle sembra la soluzione più praticata, negli ultimi tempi, da strutture alberghiere e ricreative, ma anche da case automobilistiche. Ma come si apre un campo da paddle? Anzitutto, rivolgendosi ad aziende specializzate come Italgreen.

Nato a inizio anni ‘70 in Messico, il padel (o paddle) ha oramai preso piede in tutto il mondo, compreso il nostro Paese. La presentazione ufficiale di questo sport avviene nel maggio 1991, quando alla Fiera di Bologna viene aperto un campo da paddle in occasione della manifestazione Sport Show, campo su cui si scontrano le rappresentative di Spagna, Italia e Argentina.

In Italia, viene poi riconosciuto ufficialmente dal CONI e inserito, nel 2008, nella FIT (Federazione Italiana Tennis).

Entriamo nel dettaglio di questo sport scoprendo:

Il paddle in numeri

Come abbiamo già accennato, un numero crescente di centri privati e pubblici stanno aprendo campi da paddle; per non parlare di brand di abbigliamento come Adidas, Joma o Asics, che sempre più investono in questo sport.

Niente di stupefacente se diamo uno sguardo ai numeri italiani del 2019:

  • in Italia sono regolarmente aperti oltre 1000 campi da paddle
  • 7.000 sono i tesserati agonisti (nel 2014 erano solo 300)
  • circa 50.000 sono i praticanti in generale

Nel 2024 il paddle potrebbe essere presente addirittura alle Olimpiadi di Parigi!

 

Come puoi aprire un campo da paddle?

Contatta Italgreen per maggiori informazioni

 

Aprire un campo da paddle: ecco come si fa

La prima cosa da fare nel valutare se e dove aprire un campo da paddle è assicurarsi di avere uno spazio sufficiente. Il campo in genere è largo 10 m e lungo 20 m, con le pareti di fondo che sono fondamentali per il corretto svolgimento del gioco.

Ma non perderti in calcoli troppo complicati. Se hai bisogno di un consiglio, ci pensano gli ingegneri Italgreen a consegnarti un campo da padel chiavi in mano. Operiamo per gradi, seguendo, passo passo, tutte le operazioni fondamentali per aprire un campo da paddle:

  • anzitutto, un sopralluogo per valutare lo spazio e assicurarci che non ci siamo imperfezioni nel terreno
  • installazione di una platea o cordolo perimetrale a seguito dello studio geologico
  • installazione erba sintetica
  • installazione struttura con vetri (12mm)
  • scelta di prodotti accessori – illuminazione, eventuale copertura

Scegli l’erba sintetica per il tuo campo da paddle

La scelta del manto erboso è un punto particolarmente delicato perché da essa dipendono la rigidità, la morbidezza e la velocità di gioco.

In genere, consigliamo un prato in erba sintetica come il 12 Padel Pro e il 14 Padel, appositamente studiati per i campi da padel, particolarmente facile da mantenere e disponibili in tre colori (blu, rosso e verde).

Un campo da paddle in erba sintetica, infatti, comporta notevoli benefici come:

  • la poca manutenzione richiesta e, dunque, anche un risparmio significativo sui costi
  • la possibilità di utilizzarlo tutto l’anno
  • rimbalzo e traiettorie della palla ottimali
  • grip e scorrimento del piede perfetti
  • notevole comfort generale di gioco

 

Il 12 Padel Pro è un manto in erba sintetica di 10mm di altezza. Recentemente revisionato, è composto da fibre in polietilene testurizzate bicolore per un effetto naturale. Tra le caratteristiche del 12 Padel Pro si annoverano:

  • resistenza al gelo e ai raggi UV
  • alta memoria elastica
  • lunga durata

Il 14 Padel, alto 12 mm, è formato da fibre fibrillate ritorte che rendono il mando resistente al gelo e ai raggi UV. Si tratta di un tipo di erba sintetica per padel:

  • bicolore, per un effetto realistico
  • con una grande memoria elastica, che permette alle fibre di tornare in posizione verticale dopo essere state calpestate

Le strutture in vetroresina

La costruzione di un campo da padel passa anche dalla scelta di strutture adeguate. Infatti, i campi da padel sono solitamente dotati di strutture in ferro che, tuttavia, arrugginiscono facilmente e subiscono la corrosione da salsedine.

Italgreen propone, invece, una soluzione innovativa: è la prima azienda al mondo ad avere brevettato le strutture in vetroresina per il padel. Queste ultime, a differenza di quelle in ferro, non solo non arrugginiscono, ma non vanno incontro a cedimenti strutturali e non richiedono quasi nessuna manutenzione.

Inoltre, le nuove strutture in vetroresina di Italgreen sono anche:

  • leggere
  • facili da installare
  • dotate di una elevata resistenza meccanica
  • resistenti al fuoco, ai raggi UV e alla corrosione da salsedine

 

Perché dovresti aprire un campo da paddle anziché uno da calcetto o da tennis

Esistono almeno due buone ragioni per cui potresti scegliere di aprire un campo da paddle al posto di uno da calcetto, ed entrambe molto concrete: l’una riguarda gli spazi necessari, l’altra il lato economico.

Eccole:

  • il campo da paddle è un terzo di uno da calcetto – in pratica, al posto di un campo da calcetto, puoi installarne tre da paddle
  • il paddle richiede sempre quattro giocatori – se calcoli di applicare quote simili (ad esempio, €15 a testa), guadagnerai circa €180 euro (€15 euro x 12 giocatori distribuiti nei tre campi che costruirai al posto di uno di calcetto, il quale ti farebbe guadagnare, invece, €50)

Lo stesso discorso vale anche il tennis: il campo da padel, infatti, è circa la metà rispetto a uno da tennis e richiede quattro giocatori anziché due: non c’è dubbio quindi che, anche in questo caso, monetizzerai più del doppio!

 

Contatta Italgreen e apri il tuo campo da paddle:

Richiedici un preventivo gratuito

Scrivi un commento