Erba sintetica Italgreen, protagonista a Trieste con il rifacimento del "San Giovanni"
lunedì , 31 luglio 2017
Un intervento importante, che porterà il San Giovanni di Trieste ad ottenere l’omologazione FIGC che consentirà di poter ospitare anche le partite di calcio della categoria Eccellenza

Questa è l’operazione in atto in questi giorni che vede coinvolta anche Italgreen, azienda ormai divenuta una componente fissa in Italia e all’estero quando si tratta di rinnovare campi sportivi e stadi in erba sintetica.

La soluzione tecnica in erba sintetica

La Società Sportiva – ASD “San Giovanni” aveva annunciato ad inizio mese, con una conferenza stampa e una piccola cerimonia di inaugurazione, l’avvio dei lavori per il totale rifacimento del manto in erba sintetica con asporto di quello precedente. La soluzione scelta per il campo triestino è stata un manto 62 DMD con intaso in gomma colorata verde: una superficie che consentirà di ottenere ottime prestazioni di rimbalzo e uno scorrimento della palla fluido. Non da meno, il filo di cui si compone il manto è dotato di un’eccellente memoria elastica capace di far ritornare l’intera superficie perfetta anche dopo aver subito una forte pressione verticale.

Un intervento importante per il rione di San Giovanni e per la squadra, che vedrà ancor più vicino l’obiettivo del tanto sognato avanzamento categoriale. A detta degli assessori dell’Amministrazione, il rifacimento del San Giovanni è un vero e proprio progetto di recupero del terreno di gioco con rifacimento e adeguamento dello stesso secondo i dettami del Regolamento Lega Nazionale Dilettanti di sicurezza e giocabilità per i campi in erba sintetica.

Il curriculum di Italgreen

Italgreen aggiunge quindi una nuova voce all’interno del suo Curriculum, già costellato di interventi analoghi svolti per società calcistiche come il Novara e l’Avellino, per i campi di allenamento della Primavera della Juventus (a Vinovo) e per i centri sportivi e di allenamento del Chievo Verona e dell’Udinese.

Scrivi un commento